FARINA BIOLOGICA DI FARRO MONOCOCCO TIPO 2

Brand:

Confezione: sacchetto da 1kG

Ingredienti: farina di farro monococco tipo 2 con certificazione da agricoltura biologica proveniente da GRANI ITALIANI
Allergeni: glutine

Paese di coltivazione del grano: Italia, da agricoltura biologica certificata
Paese di molitura: Italia, presso il mulino Bigolin Giovanni, Rossano Veneto (VI). Farina macinata a pietra.

Impiego: la farina di farro monococco è molto consigliata per i prodotti da forno. Infatti essendo il glutine non molto tenace l’impasto ottenuto risulta friabile e quindi adatto alla realizzazione di paste frolle ed impasti per pane e pizze.

Valore nutrizionali medi per 100gr di prodotto:
Valore energetico: 336kcal/1420 kj
Proteine: 11,5g
Grassi: 1,80gr
Carboidrati: 65gr
Fibre alimentari: 6gr
Sale: 0,00048g

Conservazione: in luogo fresco e asciutto.
Scadenza: riportata sulla singola confezione

4,33 €
Aggiungi alla lista dei desideri
Descrizione

Il Triticum monocuccum è denominato piccolo farro ed è più comunemente conosciuto come “monococco”, nome probabilmente dovuto al fatto che le piccole spighe contengono un solo chicco. Appartiene alla famiglia delle graminacee ed è riconosciuto come il primo cereale coltivato dall’uomo. Ha un basso tenore di glutine (intorno al 7%). L’ipotesi più accredita è che abbia avuto origine nell’antica Anatolia

Le proprietà principali del farro monococco sono state ampiamente studiate dal CRA e, in particolare, sono:

  • un elevato contenuto proteico;
  • un elevato contenuto di ceneri e microelementi (ferro, zinco, magnesio, fosforo, potassio ecc.);
  • una bassa presenza di acidi grassi saturi;
  • un basso contenuto in amido e una migliore digeribilità;
  • una elevata presenza di antiossidanti e pigmenti gialli (carotenoidi, tra cui il beta-carotene, precursore della vitamina A);
  • un alto contenuto di tocoli (vitamina E).

COSA SIGNIFICA TIPO 00”, “0”, “1”, “2” e integrale.
Durante la macinazione il grano viene trasformato in farina, secondo diverse fasi di lavorazione. Alla fase di rottura del chicco, segue quella dell’abburattamento del macinato. Con abburattamento si intende il processo di setacciatura del grano macinato con il quale si ottiene farina di diversa finezza. Durante questa fase avviene la separazione della parte nobile del grano dalla crusca, mediante setacci a maglie differenti.

Il tasso di abburattamento o resa di macinazione è la quantità di farina ottenuta per 1 quintale di grano.

Detta in altri termini, è la percentuale di chicco utilizzata per una determinata farina. A secondo del tasso di abburattamento, e quindi di raffinazione del chicco, le farine di grano tenero si distinguono in cinque tipi: “00”, “0”, “1”, “2” e integrale.

La farina 00 è la più raffinata, mentre la 2 è quella che più si avvicina alla farina integrale grezza. La 00 è particolarmente ricca di amido, mentre le altre presentano una quantità maggiore di nutrienti: fibre, proteine, grassi ed enzimi.

Dettagli del prodotto

Menu

Info e Supporto

Settings

Crea un account per accedere alla tua lista dei desideri.

Sign in